Giochi di riscaldamento

Giochi di riscaldamento

La fortezza

Un gruppo si lega stretto usando mani e piedi (“ciambella”), mentre un altro gruppo (“coltelli”) cerca di rompere la fortezza staccando un pezzo alla volta; le mani e/o i piedi separati non possono più riunirsi.
Variante: la “ciambella” formata dal cerchio con braccia agganciate o con asciugamani tenuti insieme e i “coltelli” che cercano di tagliare separando le varie “fette”.

Pallaluna

Il gruppo ha il compito di giocare più in alto e più spesso possibile (verso la luna) un pallone da mare (leggero) senza bloccarlo, fino a quando non cade a terra. Nessun giocatore può toccare il pallone due volte di seguito. Ogni contatto con la palla conta un punto.

Il letto vivente

Da cinque a sette giocatori si inginocchiano l’uno accanto all’altro, con la testa che tocca terra, le spalle leggermente sollevate. Sulla loro schiena è sdraiato un compagno che dorme. Quando scocca mezzanotte il letto comincia a muoversi in avanti, restando unito e senza far cadere chi dorme.

Caldi e freddi

Un gruppo forma i caldi e un altro i freddi ad occhi chiusi o bendati; una volta distinti dal conduttore i “caldi” tendono a riunirsi mentre i “freddi” a staccarsi da tutti ed isolarsi. Il conduttore alterna poi nel ruolo di caldi e freddi i componenti dei due gruppi.

La caccia alla palla

I partecipanti al gioco vengono suddivisi in due grandi gruppi. Quello che inizia ha il compito di eseguire quindici passaggi con la palla da softball (morbida), senza che i giocatori dell’altro gruppo la tocchino. Se ci riescono, sono loro che ora hanno la possibilità di fare lo stesso.